Sei qui:

www.progetto.joomlafree.it



Istituto Tecnico Industriale Statale




CORSO SERALE
INDIRIZZO INFORMATICA

SITO WEB

WWW.PROGETTO.JOOMLAFREE.IT

Tesi di
Cognome Nome

Anno scolastico 2010/2011

Indice

  1. Indice.
p. 2
  1. Introduzione.
p. 3
  1. Procedimento.
p. 3
  1. Xampp.
p. 9
  1. PhpMyAdmin.
p. 9
  1. Joomla.
p. 10
  1. 1 Frontend.
p. 14
  1. 2 Backend.
p. 15
  1. 3 Istallazione estensione.
p. 17
  1. 4 Template.
p. 17
  1. Jumi.
p. 17
  1. Jcomments.
p. 18
  1. Ajax Wtranslate.
p. 20
  1. FileZilla.
p. 21
  1. Issuu.com.
p. 22
  1. Nota bibliografica e sitografia
p. 22
  1. Ringraziamenti.
p. 22

2


Introduzione

Per presentare le capacita acquisite durante il corso ho scelto di creare un sito internet. Il mio sito consente di inserire e poi visualizzare i cellulari. Il sito di base e stato creato con la piattaforma Joomla. Per personalizzare sito, ho usato varie linguaggi di programmazione (es. PHP, HTML, Javascript). Per raccogliere i cellulari nel menu ho scelto come argomento “sistemo operativo” (SO). Visto che le marche nel mondo sono tantissime, mentre attualmente in uso sono circa 10 sistemi operativi.

Procedimento

All’inizio il sito viene sviluppato sul mio computer. Ho un PC con sistemo operativo Windows 7 e percio uso Xampp (per dettaglio leggere 4. Xampp). Xammp va installato presto e non ha bisogno di tante configurazioni. Verifico che server Apache e SQL siano avviati. Prima di iniziare la costruzione del sito devo creare un database che poi colleghero al sito. Per la creazione del database uso phpMyAdmin (per dettaglio leggere 5. phpMyAdmin). Devo specificare il nome e altri impostazioni aggiuntive. E poi non dimenticare di creare un utente del database. Questo utente servira dopo insieme con nome del database; per maggiore sicurezza si consiglia di non usare utente “root”.



A questo punto passiamo a Joomla (per dettaglio leggere 6. Joomla). Joomla va installato nella cartella “DocumentRoot” che per Xampp si chiama “htdocs”. Dopo aver installato tutto per procedere dobbiamo aprire il browser e digitare l’indirizzo 127.0.0.1 o semplicemente localhost. Cosi carichiamo la parte di fronend di Joomla (per dettagli leggere 6.1 Frontend). Questo e la pagina iniziale “Home” del sito di default. Per cominciare a modificare il contenuto devo entrare nella parte di beckend (per dettaglio leggere 6.2 Beckend). Joomla di default comprende diversi moduli e plugin che danno



3



maggiore possibilita per lo sviluppo. Per cambiare un po’ l’aspetto grafico ho installato un’altra template (per dettaglio leggere 6.4 Template). Sempre come amministratore ho fatto un menu con Contatti, Link utili, la mia tesina in varie formati. Ho fatto un logo per mio sito e aggiunto qualche articolo.



Quindi ho attivato il modulo “Ultime notizie” e “I piu letti”.



4



Infine ho creato il mio menu personalizzato che sotto ogni voce, usando codice PHP,


crea una tabella con cellulari che appartengo al sistemo operativo scelto.


Per fare un filtro ho usato solo quattro variabili UMTS, A-GPS, Bluetooth, WI FI. Questo filtro consente di visualizzare i cellulari che al meglio corrispondono alla esigenza dell’utente. Per far funzionare basta solo selezionare checkbox.


I componenti preinstallati non consentono di inserire e eseguire il codice di scripting PHP. Percio c‘e bisogno di installare un componente (per dettaglio leggere 6.3 Istallazione estensione) che si chiama Jumi (per dettaglio leggere 7. Jumi). Ogni cellulare visualizzato diventa un link. Quando viene cliccato viene caricata la pagina con tutti dettagli sul cellulare. Questa tecnica si chiama master-detail.

5




Il database va popolato grazie al form di inserimento che c‘e sotto voce di menu “inserisci”. Questa form e composta da varie componenti. Tra quali principali sono: Una select, per scegliere la marca, che viene creata dinamicamente al base di un database.



Questo elenco puo essere aggiornato dall’utente, per questo clicchiamo sul pulsante “Aggiungi”. La nuova finestra web e molto semplice. Bisogna inserire la nuova marca che vogliamo aggiungere al database.



6



Nella form ci sono i campi in cui l’inserimento dei caratteri e limitato. Questa limitazione viene controllata con un javascript. E poi alla fine abbiamo un pulsante “Salava” che salva i dati nel database.



Ma se ci sono i campi obbligatori non compilati o sbagliati un javascript ci viene in aiuto con questa finestra che indichera dove e l‘errore.



7



Per rendere gli articoli al massimo ho installato e configurato modulo esterno JComments (per dettaglio leggere 8. JComments) per i commenti.



Alla fine per fare il sito in multilingua aiuta google e componente Ajax Wtranslate (per dettagli leggere 9. Ajax Wtranslate). Attenzione! Il componente non funziona in locale quando non c‘e collegamento con internet. Direi che dopo di queste operazioni il sito e completo e funzionante. E ora lo trasferiamo su un web server. Per questo ho usato hosting gratuito offerto da www.jooomlafree.it. Usando FileZilla, con protocollo FTP (per dettagli leggere 10. FileZilla), ho trasferito la mia cartella con sito sul server. Adesso mio lavoro e visibile anche con indirizzo www.progetto.joomlafree.it . Per convertire la mia tesina in formato flash ho usato la tecnologia fornita da www.issuu.com (per dettagli leggere 11. Issuu.com). Poi ho aggiunto la versione flash sul sito sollo menu “Tesi in flash”.

8


Xampp


Descrizione:
XAMPP e un pacchetto software gratuito contenente Apache HTTP Server, il database MySQL e tutti gli strumenti necessari per utilizzare i linguaggi di programmazione PHP e Perl. Il programma e rilasciato sotto la GNU General Public License ed e un utile web server, gratuito e caratterizzato da un approccio user friendly. Mediante XAMPP e possibile avere un application server capace di interpretare pagine web dinamiche PHP. Ottenendo un dominio dns, si puo, se il computer e connesso, accedere alle pagine web. Attualmente, XAMPP e disponibile per Windows, GNU/Linux, Sun Solaris e Mac OS X. Puo essere installato anche su un dispositivo esterno USB. Componenti:
I componenti di base sono:
• Il Web server: Apache HTTP Server;
• Il database management system (o database server): MySQL e SQLite;
• Il server FTP: ProFTPD;
• Il Mail server: Mercury Mail Transport System (solo per Windows);
• I linguaggi di scripting: Perl, PHP e/o Python.

PhpMyAdmin


Descrizione:
PhpMyAdmin e un‘applicazione PHP libera che consente di amministrare in modo semplificato database di MySQL tramite un qualsiasi browser. L‘applicazione e indirizzata sia agli amministratori del database, sia agli utenti. Gestisce i permessi prelevandoli dal database MySQL. PhpMyAdmin permette di creare un database da zero, creare le tabelle ed eseguire operazioni di ottimizzazione sulle stesse. Presenta un feedback sulla creazione delle tabelle per evitare eventuali errori. Sono previste delle funzionalita per l‘inserimento dei dati (popolazione del database), per le query, per il backup dei dati, ecc.. L‘amministratore, invece ha a disposizione un‘interfaccia grafica per la gestione degli utenti: l‘interfaccia permette l‘inserimento di un nuovo utente, la modifica della relativa password e la gestione dei permessi che l‘utente ha sul database.

9


Joomla


Descrizione:
Joomla! e un software di content management per siti web, realizzato completamente nel linguaggio PHP. E pubblicato con licenza open source GNU GPL v.2. E nato nel settembre 2005 da una scissione (fork) dal codice del CMS (Content Management System) Mambo; attualmente e in rapido sviluppo, sotto la guida di un gruppo di sviluppatori (per buona parte ex-sviluppatori di Mambo) riuniti nell‘associazione no-profit Open Source Matters. Caratteristiche:
Il CMS e distribuito sotto forma di pacchetto compresso. E sufficiente scompattare l‘archivio in una cartella pubblica di un server Web dotato di supporto a PHP ed avere a disposizione un database MySQL per i dati del programma. Dopo un processo di installazione (piu propriamente, di prima configurazione) di pochi minuti, il sito e operativo. Tra le caratteristiche principali proposte ci sono:
• Alto grado di personalizzazione grazie alle numerose estensioni moduli, componenti e plugin (vedi piu sotto) disponibili sia come Software libero che con altre licenze;
• Caching delle pagine per incrementare le prestazioni;
• Funzioni di Search Engine Optimization, per facilitare l‘indicizzazione dei contenuti da parte dei motori di ricerca;
• Feeding RSS, che permette ai visitatori di essere avvisati degli aggiornamenti dei contenuti mediante l‘utilizzo di un feed reader;
• Versione stampabile delle pagine;
• Esportazione delle pagine in formato PDF;
• Pubblicazione tipo Blog;
• Sondaggi;
• Ricerca testuale su tutti i contenuti inseriti;
• Localizzazione internazionale, che permette la traduzione di ogni funzionalita del software nella propria lingua;
Altri componenti open source disponibili separatamente, sponsorizzati dal team di sviluppo di Joomla! ma non sviluppati dallo stesso team consentono, fra le altre cose, di:
• Creare e gestire forum di discussione (Joomlaboard / Fireboard / Kunena);
• Tradurre l‘intero contenuto del sito per renderlo fruibile in piu lingue (Joom!Fish);

10




• Migliorare la gestione degli utenti registrati e potenziare loro interazioni, creando un effetto community (Community Builder).
Installazione:
Ora si e pronti per procedere con l‘installazione di Joomla!.
Fase 1 - Scegli la lingua
La prima fase si presentata con la seguente schermata: Qui si seleziona la lingua preferita per il processo di installazione. Si puo notare che e gia selezionata la lingua **it-IT - Italian (Italy)**. Questa e la lingua che verra utilizzata durante il processo di installazione. Cliccare su Avanti.
Fase 2 - Controlli di pre-installazione
La schermata successiva mostra se il tuo server ha tutti i parametri necessari a completare con successo l‘installazione. Se qualche settaggio nella prima sezione e impostato su No (ad eccezione del file configuration.php scrivibile) dovresti modificare la situazione prima di continuare con il processo di installazione, dal momento che rappresentano dei requisiti essenziali per l‘installazione. Non fare cio potrebbe causare un non corretto funzionamento del tuo sito in Joomla! Il secondo blocco di impostazioni riguarda alcune specifiche variabili attinenti la configurazione interna del motore PHP. Pur essendo impostazioni raccomandate, Joomla! si installa lo stesso, ma richiederebbe maggior lavoro post-installazione ed esporrebbe il vostro portale ad attacchi informatici e sfruttamento di debolezze intrinseche del codice. La prima colonna mostra i settaggi raccomandati, la seconda la situazione attuale dei settaggi sul vostro server web. Nell‘immagine di esempio, il parametro Display Errors e segnato in rosso perche non e impostato come da raccomandazione. Se le impostazioni del server sono a posto, cliccate su Avanti.
Fase 3 - Licenza
Nella schermata relativa alla Licenza, in realta non c‘e niente che si debba scrivere o modificare, comunque si raccomanda di leggere, capire ed accettare i termini e le condizioni sotto le quali Joomla! e rilasciato. Si prega di notare che anche se non c‘e una specifica scelta dell‘accordo (ne un reale processo di registrazione) all‘interno di questa schermata, usando Joomla! si sta confermando l‘accettazione dei termini della licenza. La licenza che determina tutte le versioni di Joomla! e la Licenza GNU GPL v2. GNU e l‘organizzazione responsabile della gestione della licenza e GPL vuole dire Licenza Pubblica e Generale (General Public License) Dopo aver letto la licenza fare click su Avanti.

11




Step 4 - Database
In questa fase vengono impostate le informazioni necessarie per comunicare con il tuo database. Questi dati solitamente vi vengono forniti dal proprio servizio di hosting, oppure li potete creare voi stessi dal vostro pannello di hosting. Inserisci i dati richiesti del database:
• Tipo databse: come tipo di database solitamente si utilizza mysql.
• Nome host: solitamente si inserisce localhost se il database e ospitato nello stesso server del sito.
• Nome utente: nome utente che ha privilegi per accedere al database.
• Password: password dell‘utente che ha privilegi per accedere al database.
• Nome database: nome del database che verra utilizzato da Joomla.
Un volta impostato tutti i dati, cliccare su Avanti.
Fase 5 - Configurazione FTP
Non e necessario, in genere, preoccuparsi della pagina di configurazione FTP Questa funzione e stata introdotta in Joomla! 1.5 a causa dei problemi dei permessi del file system e delle restrizioni del Safe Mode PHP presenti su alcuni server. E‘ una funzionalita che consente a tutti gli utenti autorizzati di utilizzare i vari processi di installazione e upload di Joomla! (inclusa la Gestione Media e la Gestione delle Installazioni) dal Pannello di Controllo utilizzando le credenziali FTP.

12



Se sai di avere questo tipo di problema, inserisci lo username e la password di FTP. Per motivi di sicurezza, se questa opzione e disponibile, e meglio creare un utente FTP con accesso esclusivamente al sito Joomla! anziche all‘intero server web. I settaggi per la configurazione FTP possono essere inseriti o modificati dopo l‘installazione, all‘interno della Configurazione globale nel Pannello di controllo --> Menu Sito. Una volta completato l‘inserimento delle informazioni, o nel caso tu non desideri inserire la configurazione FTP, clicca su Avanti.
Fase 6 - Configurazione
La Configurazione e composta di 3 sezioni. Nella prima sezione va inserito il Nome del sito. Questo nome verra utilizzato per le mail che partono dal sito, o per messaggi di errore del Front-end. Questo parametro potra poi essere modificato da Configurazione Globale di Joomla. La seconda sezione riguarda le informazioni relative al Super Amministratore del sito. Inserisci il tuo indirizzo e-mail e la password di accesso al pannello amministrativo di Joomla. Una volta completata l‘installazione potrai accedere al pannello amministrativo tramite lo username admin e la password indicata in questa sezione. Per la sicurezza del tuo sito Joomla, ti consigliamo, una volta completata la procedura di installazione, di cambiare il nome utente admin con un nome utente diverso e meno ovvio, dalla Gestione Utenti di joomla. La terza sezione offre la possibilita di installare i dati di esempio, consigliata nel caso di primo utilizzo di Joomla per capire le varie funzionalita disponibili. Cliccare sul pulsante grigio Installare i dati di esempio.
Fase 7 - Fine
Bene, se sei arrivato con successo a questa pagina, allora hai installato Joomla. Congratulazioni! Prima di procedere e vedere i risultati dei tuoi sforzi devi aprire la cartella principale della tua installazione di Joomla! e cancellare la cartella Installation. Finche questa cartella non verra rimossa, non avrai la possibilita di procedere oltre questo punto e quindi accedere al sito. Una volta cancellata la cartella di installazione, puoi cliccare sui pulsanti Sito o Amministratore. Il primo aprira il Front End del tuo nuovo sito Joomla! e il secondo ti portera alla pagina di login al Back End di Amministrazione: Inserisci come username admin e la password che hai inserito nella Fase 6 del processo di installazione, poi clicca su Login. Entrerai cosi nel Back End di Amministrazione di Joomla. ... ed e tutto! Ora sei pronto ad usare Joomla!

13


Frontend


Il frontend di Joomla! e l‘ambiente che tutti gli utenti possono vedere. Nel frontend del sito un visitatore puo navigare in tutte le pagine scegliendo quali parti del sito visitare e spostandosi tra di esse attraverso i menu. Stiamo parlando, in questo caso, di un utente generico. Un utente autorizzato, invece, puo autenticarsi e compiere operazioni quali l‘inserimento del testo ecc; oppure puo , sempre attraverso il login, diventare un utente registrato e visualizzare solo determinate pagine appositamente preparate o avere accesso ad aree riservate e cosi via.

14


Backend


Il backend di Joomla!, invece, e l‘ambiente di tutta l‘amministrazione del CMS nel quale puo accedere, dopo aver eseguito il login, solo l‘amministratore oppure altre persone da egli autorizzate. A primo impatto non possiamo apprezzare l‘ambiente che ci si e presentato. Durante la "permanenza" nell‘area amministrativa e vedendo le funzionalita, si arriva a capire il lavoro che e stato fatto per rendere questo ambiente molto "amichevole" e molto semplice da usare. Avendo avuto modo di lavorare sia con Joomla! 1.0 che con Joomla! 1.5, posso asserire che quest‘ultima versione e stata semplificata, e di molto, rispetto alla precedente. Nella versione 1.5 molti comandi sono "racchiusi" in maniera piu compatta ed omogenea. Facendo riferimento all‘immagine sopra riportata, ho suddiviso con delle zone numerate le varie parti del pannello amministrativo. Barra dei menu (zona 1): contiene tutti i comandi per una gestione completa del CMS. Buona parte delle voci e sottovoce, per chi ha dimestichezza con Joomla! 1.0, risulteranno subito familiari.
Icone piccole destre (zona 2):
• Anteprima: consente l‘apertura di una nuova finestra del browser nella quale viene mostrato il sito lato frontend nel momento in cui apportiamo una modifica ad un testo oppure una modifica grafica, se stiamo facendo qualche operazione sul template.
• Icona e-mail: mostra il numero di messaggi ricevuti; il numero accanto all‘iconcina della busta indica proprio questo.

15



• Icona utenti on-line: il numero accanto all‘icona indica quanti utenti sono presenti nell‘area di amministrazione, regolarmente loggati al sistema e riconosciuti dalla piattaforma.
• Icona Esci: premendo tale pulsante avviene il log-out dell‘amministratore o di altri utenti autorizzati in tale area. Appare nuovamente la pagina del login amministrativo.
Pannelli scorrevoli sul lato destro (zona 3): contengono delle informazioni attraverso le quali vedere rapidamente alcune funzionalita di Joomla! • Messaggio di benvenuto: contiene un testo standard di "benvenuto" in Joomla! Tale testo puo essere personalizzato a piacere - vedremo in seguito come fare. Tale zona, personalmente, la ritengo molto utile in quanto si potrebbero scrivere piccoli accorgimenti per chi deve amministrare il sito, oltre l‘amministratore.
• Utenti connessi: appaiono i nomi di tutti gli utenti connessi al sito in un determinato momento.
• I piu letti: articoli piu letti con il numero delle visite ricevute.
• Articoli recenti: titoli di articoli recentemente inseriti nelle varie sezioni e categorie, tramite l‘editor di Joomla!
• Statistiche menu: sono presenti i nomi dei vari menu presenti nel sito con il numero delle voci appartenenti ad ogni singolo menu.
• Joomla! Security Newsfeed: cliccando sul link presente, porta direttamente al sito joomla.org nel quale si possono leggere, in inglese, ultime notizie relative al CMS.
Area con icone di comando (zona 4): tali icone contengono le stesse ed identiche funzioni delle voci del menu (zona 1); sono di facile accesso e sono state inserite alcune funzioni spesso utilizzate rispetto ad altre. Se si vuol scrivere un nuovo articolo, se vogliamo gestire tutti gli articoli, gestione della prima pagina di Joomla!, gestione delle sezioni, delle categorie ecc...

16


Installazione estensione


Installeremo il tutto come un normale componente Joomla utilizzando la funzione "Carica file pacchetto" contenuta all‘interno dell‘area "Gestione estensione", del pannello backend del nostro sito, con questa operazione in un solo colpo si provvedera ad installare il componente, il plugin ed il modulo, occorrera naturalmente ricordarsi di attivarli come avviene per un qualsiasi modulo o plugin Joomla primi di poterli utilizzarli.

7.4 Template

Il Template controlla l‘aspetto e il layout del tuo sito. Esso fornisce la struttura che riunisce gli elementi comuni, moduli e componenti, nonche fornisce dei fogli di stile CSS per il tuo sito. Sia il front-end (sito) sia il backend (amministratore) del tuo sito hanno dei Template. Quando si installa Joomla! vengono inclusi automaticamente diversi Template. Puoi trovare nel web molti altri Template per Joomla (gratuiti o commerciali). Su http://template.joomla.it sono disponibili diversi template per Joomla 1.5 gratuiti. E inoltre possibile creare il proprio Template personalizzato. I Template vengono gestiti da Gestione Template che si trova nel menu del sito su backend del tuo sito.

Jumi


Descrizione:
Inserire codice personalizzato in Joomla. Uno dei "limiti" nell‘utilizzo degli editor WYSUWYG consiste nell‘impossibilita d‘inserire all‘interno delle pagine, codice personalizzato come ad esempio script PHP, Javascript o HTML. Cio non deve essere visto

17



come un‘imperfezione o una limitazione, ma come una misura cautelativa, rivolta alla sicurezza del nostro sito, per tutelarci dall‘inserimento di eventuale codice dannoso per il nostro spazio web. Ma come fare ad inserire script personali all‘interno delle nostre pagine? Per far cio ci viene in aiuto Jumi. Utilizzo del componente:
Occorrera selezionare la voce Jumi dal menu componenti presente nella sezione backend del sito, cosi da essere proiettati all‘interno dell‘area Jumi Applications Manager. In quest‘area potremo gestire i nostri script, decidendo se pubblicarli, sospenderli, cancellarli, modificarli e naturalmente crearne di nuovi.


JComments


Descrizione:
Jcomments e un buon componente per i commenti del tuo sito: semplice e affidabile, inoltre troverete diversi moduli e plugin per espandere le sue possibilita, ma, secondo me, la sua maggior virtu e la integrabilita con tantissimi componenti il che permette una gestione centralizzata dei commenti e anche uniformare la grafica del sito.

18




Configurazione: Il pannello e estremamente chiaro e nella prima scheda Generale scegliamo subito in quali categorie di articoli vogliamo far apparire i commenti. Sono ovviamente possibili scelte multiple tenendo premuto il tasto Ctrl mentre selezionate. In questa stessa scheda imposteremo se attivare le notifiche e di che tipo. Inseriremo l‘email alla quale arriveranno le notifiche, anche piu di una, separate da una virgola. Nella scheda Layout andremo ad impostare alcuni parametri che riguardano l‘aspetto dei commenti. Intanto apprendiamo che il template si trova qui: components/com_jcomments/tpl/default/ Se lo vogliamo andare a modificare o anche se ne vogliamo inserire un altro che apparira quindi nella tendina della scelta del template. Dentro questa cartella troviamo anche il foglio si stile. Potremo poi scegliere diverse opzioni: se attivare gli smile, il BBCode (che puo essere anche personalizzato in una apposita scheda), se dare la possibilita di valutare i commenti, se mostrare il nome reale o l‘user (questo per gli utenti registrati), sceglieremo il tipo di ordinamento, quanti commenti per pagina, il numero massimo di pagine e altre cose ancora. La scheda dei Permessi e a dir poco spettacolare! Possiamo impostare fin nel minimo dettaglio ogni cosa per ogni tipo di utente. Dalla scelta se auto pubblicare i commenti, alla possibilita di replicare modificare e cancellare, di mostrare il captcha (funzione comodissima questa, che ci consentira di evitare il fastidio del captcha agli utenti registrati visto che e improbabile si tratti di un bot, mantenendola solo per gli utenti non registrati), attivare vari filtri, ecc.

19



Nella scheda Restrizioni andremo ad impostare appunto i divieti e limiti tipo la lunghezza max dei commenti, delle parole, degli URL, ecc. In Filtri inseriremo le parole da censurare e cosi potremo finalmente far apparire anche nei commenti del nostro sito il mitico...! Finiamo la configurazione generale con la scheda Politiche, in cui possiamo mostrare dei messaggi ai nostri utenti. Poi ci sono altre schede con funzioni avanzate che non trattero qui. Menziono solo la scheda Importa dati, aperta la quale appariranno le eventuali estensioni con commenti esistenti nel nostro sito dalle quali, solo premendo un pulsantino, importeremo i commenti in JComments. Io ne avevo quasi 400 in ChronoForms e sono rimasto di stucco nel vedere che in pochi istanti sono stati importati in JComments. Senza il minimo errore, senza perdere neanche una virgola. Stupendo! Con questa stessa facilita si possono importare i commenti da ben 37 estensioni tra cui ci sono tutte le maggiori: da VirtueMart a SOBI2, da zOOm Media Gallery a Remository. Davvero una meraviglia! Per chi ha voglia di personalizzare JComments con poche righe di codice potra utilizzarla oltre che per i commenti agli articoli di Joomla! anche per commentare una trentina di estensioni diverse.

Ajax Wtranslate


Descrizione:
Una nuova estensione per la traduzione automatica delle pagine utilizzando API Google e la tecnologia Ajax. La base di questo prodotto risiede Jquery, e naturalmente google API, che esegue la traduzione. Questo modulo permettera al visitatore di visualizzare i contenuti del tuo sito in 56 lingue, e che oltre il 98% degli utenti Internet. Dopo aver installato il modulo sul sito, e possibile trasferire il contenuto del tuo sito. Ajax modulo Wtranslate e facile da installare in Joomla 1.5. Inoltre, il modulo ha molte opzioni che si puo facilmente configurare il modulo di cui hai bisogno. Inoltre, il modulo che ho creato una serie di modelli che e possibile utilizzare meglio riflette il pannello Sito per selezionare la lingua. Di seguito e riportato un breve elenco dei principali vantaggi di questo modulo:

20



• nasconde il "Suggerisci traduzione migliore" pop-up;
• nasconde Google cornice superiore dopo la traduzione;
• mouse over effect;
• 4 tipi di visualizzazione;
• possibile specificare i blocchi HTML che non hanno bisogno di essere tradotto;
• la possibilita di aprire la pagina tradotta in una nuova finestra;
• Valid XHTML;
• utilizza i cookie per memorizzare la lingua selezionata, che consente di tradurre la pagina direttamente quando si apre la pagina.
• la possibilita di tradurre pagine al volo;
• la capacita di rilevare automaticamente la lingua della pagina.

FileZilla


Descrizione: FileZilla Client e un software libero multi-piattaforma che permette di trasferire file attraverso il protocollo FTP. Il programma e disponibile per GNU/Linux, Microsoft Windows, e Mac OS X. Tra i vari protocolli supportati, oltre all‘FTP vi e l‘SFTP, e l‘FTP su SSL/TLS. Il 10 agosto del 2007 era uno dei dodici software piu popolari di Sourceforge.net di tutti i tempi. FileZilla Server e un altro prodotto. E un server FTP che supporta il normale protocollo FTP piu l‘FTP per l‘SSL/TLS. Il codice sorgente di FileZilla e disponibile sul sito Sourceforge.net e, in alcuni casi, anche al momento dell‘installazione del programma. Il progetto fu nominato Progetto del Mese nel novembre del 2003. Caratteristiche e limitazioni: Le principali caratteristiche del programma sono:
• il site manager, che permette all‘utente di creare una lista di siti FTP e di selezionarne uno con un menu a tendina. Una volta selezionato il sito desiderato, il programma si connettera al sito stesso permettendo l‘upload o il download di file;
• il message log, e presente in alto e contiene la lista di tutti i messaggi inviati ai server dal programma e le relative risposte ricevute dai server FTP;
• il file and folder view, e l‘interfaccia grafica associata al motore di trasferimento dei file. Posto al di sotto del message log e composto da due finestre di egual grandezza, esso

21



permette all‘utente di fare il drag and drop ovvero di navigare tra le cartelle del sistema (parte sinistra) e trascinarle dall‘‘altra parte (parte destra) per trasferire i file o le cartelle selezionate sul server desiderato;
• il transfer queue, posto sulla parte inferiore della schermata, e formato da una luce rossa e una verde e indica la velocita di download o di upload.

Issuu.com


Descrizione: Issuu e un servizio web che permette di caricare materiale digitale per la visualizzazione realistica e modificabile, come portfolio, libri, riviste, giornali e altri media stampati. Si integra con i siti di reti sociali per promuovere il materiale caricato. Il servizio di Issuu e comparabile a quello che fa Flickr con la condivisione di foto o Youtube con i video. Come la maggior parte dei documenti puo essere vista in internet, alcuni possono essere anche scaricati e salvati. Nel dicembre 2008 Issuu ha rilasciato Smart Look, che permette ad altri siti di convertire i documenti che ospita in edizioni digitali di Issuu, cosi i lettori non devono scaricare i documenti per leggerli.

Nota bibliografica e sitografia

• www.apachefriends.org/
• www.joomla.it/
• www.edo.webmaster.am/jumi
• www.joomlatune.com/
• www.wikipedia.it/

Ringraziamenti

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno dato il loro contributo per questa tesina e il mio progetto compreso. Grazie ai professori che hanno condiviso le loro conoscenze con me che adesso cerchero di applicarle. E un saluto a miei compagni di classe e in bocca al lupo per gli esami.

22



Sondaggi

Ti piace questo sito?
 

Cerca

Chi è online

 5 visitatori online